Stili di vita: i nemici della fertilità

27 febbraio 2013- di

La fertilità è un valore da valorizzare e preservare: in questo senso gli stili di vita giocano un ruolo molto importante.

Ecco cinque cose da non fare se si vuole rimanere incinta:

1. Fumare: nelle donne che si sottopongono a Procreazione Assistita si è visto che il fumo abbassa le percentuali di successo e aumenta i casi di gravidanze extrauterine. Infine, avendo un effetto negativo sulla circolazione sanguigna e quindi anche sul “nutrimento” dell’utero, riduce la recettività endometriale e aumenta l’incidenza di aborti spontanei.

2. Stress psicologico: nella donna lo stress può alterare il ciclo mestruale e portare ad anovulazione, nell’uomo può dare episodi transitori di impotenza sessuale e ciò, ovviamente, rende difficile il concepimento.

3. Bere bevande alcoliche: uno studio Europeo[1] ha evidenziato come il consumo di più di 8 bicchieri a settimana in maniera costante può ridurre le fertilità. Un altro studio afferma che bastano 3 bicchieri di vino al 13% a settimana per diminuire del 18% le probabilità di concepire di una donna che si sottoponga a PMA[2].

Negli uomini, invece, l’alcool incide negativamente sulla qualità del seme[3]: è bene quindi non superare 2 bicchieri di vino al 12% al giorno; addirittura, in casi estremi, si osserva atrofia testicolare, impotenza e diminuzione della libido.

4. Caffè: più di cinque tazze al giorno sembra possano determinare infertilità e aumentare il rischio di aborto. Non solo il caffè però è da limitare, ma anche le bevande gasate che la contengono. Le donne che si mantengono sotto i 300 mg al giorno (pari a tre espresso) non corrono rischi, mentre quelle che superano i 500 mg al giorno diminuiscono le loro probabilità di rimanere incinta[4].

5.  Ambiente di lavoro: Nell’uomo una normale funzione testicolare richiede una temperatura di 2-4°Cal di sotto della temperatura corporea. Per questo motivo i lavori che prevedono un’esposizione prolungata ad alte temperature (saldatori, panettieri, operai metallurgici,..) possono portare a riduzione del numero e soprattutto della motilità degli spermatozoi. Altrettanto determinanti nel peggioramento della qualità seminale, sono quelle occupazioni che necessitano di posture sedute per lungo tempo (taxisti, camionisti,ma anche impiegati e chiunque lavori a lungo al computer) o divise con pantaloni stretti.

Fonti:
[1] “Lifestyle factors in people seeking infertility treatment: A review. ”Anderson K, Nisenblat V, Norman R. Aust N Z, J Obstet Gynaecol. (2010) 50:8-20

[2] “Effect of alcohol consumption on in vitro fertilization”, Obstet Gynecol117(1):136-42 (2011)

[3]  “Association between socio-psycho-behavioral factors and male semen quality: systematic review and meta-analyses”, China College of Preventive Medicine, Fertility and Sterility, August 2010.

[4]   Practice Committee of American Society for Reproductive Medicine in collaboration with Society for Reproductive Endocrinology and Infertility. (2008). Optimizing natural fertility. Fertility and Sterility, 90 (5 Suppl), S1-6.