Copenaghen: una città a misura di bambino

25 marzo 2013- di

Se fossi un bambino, vorrei vivere a Copenaghen. È una città divertente, interessante, sicura e (quasi) tutto è pensato in funzione dei più piccoli. I danesi, si sa, sono incentivati dallo Stato a fare figli. Per questo, passeggiando per la città, vedrai coppie giovani con almeno due bambini, ma anche tre o quattro sono frequenti. Tutti biondi e belli. Ma, soprattutto, abituati a star fuori a dispetto del brutto tempo.

Anche con la pioggia battente i genitori viaggiano in bici con i bimbi in una sorta di sidecar che può trovarsi davanti o dietro alla bicicletta, ben protetti e riparati dal freddo. Con i loro giochi ed ogni comfort: una sorta di piccola casa on the road.

Caffè e ristoranti di Copenaghen, dove le famiglie locali amano ripararsi appena fa capolino il sole, negli spazi esterni sono ben disponibili ad ospitare i bambini, anche con passeggini-carrozzine (i bimbi danesi stanno nella carrozzina fino a che non camminano!), mentre i bimbi dotati di passeggino potranno entrare all’interno solo nei locali abilitati. Al di là che non è piacevole dirigersi verso un locale per poi essere rifiutati a causa del passeggino, si tratta di questioni di sicurezza: gli edifici più vecchi, con poco spazio, non sono in grado di accogliere i piccolini. Ma i locali kids friendly hanno davvero tutto ciò che serve ai genitori in viaggio: stanze con fasciatoi, salviette, spazi-gioco ed ogni comfort per i più piccoli ed i loro genitori.

Copenaghen, inoltre, offre diverse attrazioni per bimbi: dalla Sirenetta da ammirare al negozio della Lego dove trascorrere, in caso di maltempo, una mezza giornata, per arrivare al Parco Tivoli, un luogo dove anche i grandi ritornano bambini. E’ un parco di divertimenti vecchio di 170 anni, accresciuto nel tempo il cui ingresso è proprio di fronte alla Stazione Centrale di Copenaghen.

Troverai la pista delle macchine d’epoca e le montagne russe. Il Palazzo del Sultano e la “zona piccolissimi”, dove i bambini da zero mesi in poi possono divertirsi con materiali, forme e colori che permettono loro di esplorare il mondo.

All’interno di questa zona, anche una cucina dove poter preparare le pappe, comode poltrone per allattare, fasciatoi con pannolini (inclusi nel prezzo, sì!) e salviette. E per finire: bagni con l’accoppiata vaso grande-vaso piccolo e lavandino grande-lavandino piccolo.