Viaggiare in treno con i bambini

La scorsa settimana mi è capitato di viaggiare in treno con i bambini percorrendo un lungo tragitto.

viaggiare in treno con i bambini

credits:  Cinzia A. Rizzo / fataetoile

Cinque ore e mezzo durante le quali ho dovuto inventarmi modi per intrattenerli ma anche tenere conto di alcuni piccoli accorgimenti per non trasformare il viaggio in un incubo sfiancante.

Le vacanze si avvicinano e quindi voglio condividere con te il mio viaggio.

Alcuni consigli per viaggiare in treno con i bambini

Fortunatamente i treni ad alta velocità ci vengono in soccorso sia con il confort delle sedute e dei tavolini sia con la durata del viaggio che si accorcia.
Sfrutta i tavolini quindi: porta con te un tablet, un lettore dvd o una console per farli giocare un po’. Ma andranno bene anche i giochi di società in formato da viaggio: noi abbiamo portato il Monopoli per esempio. Anche qualche foglio e dei colori si riveleranno dei preziosi alleati anti noia.
Sono tutte cose che non ingombrano e non influiscono sull’economizzazione dello spazio nei bagagli.
Il consiglio principale è quello di prevenire, perché se il viaggio in treno è lungo può accadere che all’eccitazione del primo momento subentri la noia e il desiderio di muoversi.

Per facilitare ai bambini l’accesso ai giochi, prepara un mini bagaglio per loro; uno zainetto in cui metterai i giochi, qualche spuntino e delle bibite in formati comodi, come i brik con cannuccia dei succhi di frutta.
Aggiungici anche delle salviettine detergenti che saranno utili per evitare di andare e tornare in continuazione dalla toilette per lavare le mani.
Per i più delicati che potrebbero soffrire di cinetosi da viaggio, porta anche dei rimedi naturali antinausea o delle chewingum naturali a base di zenzero.

Buon viaggio allora.