Viaggio a Disneyland. I trucchi per sopravvivere

14 gennaio 2013- di

Il viaggio a Disneyland è una meta desiderata da tutti, spesso passaggio obbligato per chi organizza un viaggio in America, e sopravvivere a questa esperienza non è cosa da poco.

Ma questo paese dei balocchi può diventare un vero e proprio incubo se non ci si prepara per bene. E anche da super-organizzati, il pericolo di diventare matti persiste.
Solitamente questa gita ha la durata di un weekend o, per i più audaci, anche una settimana. Tre giorni sono secondo me il minimo indispensabile e il massimo accettabile.
Io ci sono stata per la prima volta con un bambino di 3 anni e una bambina di 2 mesi. Praticamente un suicidio. Di notte allattavo e di giorno vagavo come uno zombie con un bambino iper-eccitato e un marito che voleva spararsi, ma devo ammettere che  3 e 4 anni è l’età migliore per andare a Disneyland. Loro ci credono sul serio.

A mio figlio luccicavano gli occhi nell’abbracciare Woody di Toy Story, perchéper lui era Davvero Woody uscito dal film. È sempre emozionante, intendiamoci, ma a 6 anni sanno che quello è un pupazzo, non potete raccontargliela. Ciò non toglie che la magia di Disney possa continuare ad emozionare tutti, compresa una certa 37enne quando ha visto il buon vecchio Pippo!

credits: Elena Galli