Che brutto vizio le mani sempre in bocca

01 marzo 2013- di

 

«Sono sporche», «Non sta bene», «Rischi di prendere qualche malattia». Inutile dare al piccolo delle spiegazioni: portare le dita alla bocca, mangiucchiarsele o toccarsi la lingua è più forte di lui. «Nella maggior parte dei casi è un gesto involontario» spiega lo psicologo infantile Luciano Stracquadanio. «E, come altri piccoli e innocui tic, può manifestarsi tra i 4 e 9 anni. Il motivo? Aiuta il bambino a scaricare un po’ di ansia o l’energia in eccesso».

Cosa fare

Osservare quando il piccolo porta le mani alla bocca. «Se lo fa nel momento in cui incontra qualcuno, è un chiaro segnale di timidezza» spiega l’esperto. «Se, invece, mordicchia le dita solo se viene sgridato, indica insicurezza. In quei casi, è importante invitare il bambino a esprimere con le parole quello che sente. Così le tensioni interiori trovano un’altra via d’uscita. E, in pochi mesi, il vizio sparisce».

Cosa non fare
Far notare il gesto o chiedergli con insistenza perché lo fa. Il piccolo coglie la nostra disapprovazione con il risultato di diventare ancora più ansioso: un circolo vizioso.

Tratto da il bambino, il giornale per le mamme e i papà di Donna Moderna